HARTMANN Vivano

Terapia

Pressione negativa per favorire la guarigione

L’utilizzo del trattamento a pressione negativa è uno degli approcci più innovativi disponibili al giorno d’oggi nel trattamento delle lesioni. Durante gli ultimi decenni, questo tipo di terapia è entrato a far parte delle operazioni ospedaliere ordinarie. Attualmente, questo tipo di trattamento è diventato ordinario anche in ambiente ambulatoriale, essendo perfettamente compatibile con i metodi terapeutici esistenti per il trattamento delle ferite nell’odierna cura delle lesioni (Fonte: European Wound Management Association (EWMA). Documento di posizionamento: Topical negative pressure in wound management. London: MEP Ltd, 2007. Pagina 1 - 17)

Cos’è la pressione negativa?

Il termine “pressione negativa” è utilizzato in fisica per indicare una situazione in cui in un’area circoscritta è presente una pressione inferiore rispetto all’area circostante. Nel caso del trattamento delle lesioni a pressione negativa, quest’ultima viene generata mediante il meccanismo di aspirazione di un apposito dispositivo (1), collegato alla medicazione della lesione per mezzo di un sistema di tubi fissato a un contenitore dell’essudato. L’essudato della ferita in eccesso (2) viene estratto mediante il meccanismo di aspirazione e fatto defluire nel contenitore dell’essudato. In seguito all’aspirazione, nella zona della lesione e all’interno della medicazione si produce un vuoto. Questo accelera la guarigione della lesione. (Fonte: European Wound Management Association (EWMA). Documento di posizionamento: Topical negative pressure in wound management. London: MEP Ltd, 2007. Pagine 1 - 17)

Indicazioni

  • Agevolazione del processo di guarigione in caso di lesioni croniche, subacute e acute mediante l’utilizzo della pressione negativa
  • Eliminazione dell’essudato della lesione
  • Ulcere da decubito di categoria 3-4 (NPUAP)
  • Ferite nel piede diabetico
  • Ferite deiscenti
  • Ferite traumatiche
  • Ferite destinate ad una guarigione per seconda intenzione
  • Ferite chirurgiche con scarsa tendenza alla guarigione
  • Innesti cutanei e lembi
  • Ustioni

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e cookie tecnici per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Maggiori Informazioni